La forma che ha
la mia montagna
è un disegno mentale,
schizzo selvatico
quando la parola non era nata
La mia montagna è una gran dama
che riempie la carrozza
e s’adagia ai cavalli
 
Un giorno lei è scesa
ha detto, o pensato
-qui è il mio posto
s’è alzata la gonna
e piegato le gambe
 
La mia signora ha
una torre per cappello
il sorriso di roccia
un didietro oversize
 
la mia montagna
che profuma di mare
e regge il cielo
 

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitrice del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 716 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

NaomiCarbone84
# NaomiCarbone84 13-02-2013 13:19
Molto interessante... complimenti! Brava come sempre :)
poesie profonde*
# poesie profonde* 13-02-2013 13:28
Si, concordo con Naomi, davvero molto interessante, complimenti!!!
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 13-02-2013 14:02
Grazie. Anche da parte della montagna (valico che porta alla costa, dalla finestra dell'infanzia.. .per questo la definisco "mia") :-)
Tiziana Rosella
# Tiziana Rosella 14-02-2013 13:24
molo bella.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.