Ho declinato

il carillon dei silenzi

in un bacio senza casa

ed ho appeso

un inutile tramonto

al filo delle mie nostalgie

ed ora che l’anima s’appresta

all’inchino dei giorni

raccolgo anagrammi di luna,

colleziono ore scalze

posate su un soffio di margherite.

 

E sporcai di solitudine

il senso impassibile

d’un’eclissi di dolcezza

ed arenai la mia ombra

pettinata di rugiada

fra l’ortografia sgrammaticata

d’un eco riflesso:

son qui, amor,

a ripensarti nel vento.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: rosa dei venti  

Questo autore ha pubblicato 704 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Vincenzo Patierno
+1 # Vincenzo Patierno 17-07-2019 17:40
mi piacciono tantissimo le immagini dei tuoi versi, ciao
rosa dei venti
# rosa dei venti 26-07-2019 12:10
Grazie mille per l'apprezzamento Vincenzo :lol:

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.