Dieci anni fa abitavo in centro
in un condominio con dieci palazzi
cento appartamenti e duecento bagni
tutto recintato e perfettamente costruito;
ero orgoglioso d’essere il proprietario!
Ma dopo un po' di tempo decisi di cambiare
non era quella la mia vera dimensione
mi soffocava l’aria signorile
e più che un uomo mi sentivo  un ciclostile.
Fu una mattina di maggio
che decisi di scappare
e in periferia ho traslocato
l’aria era decisamente più pulita
e il vicinato molto più affiatato.
Cinque edifici, cinque terrazze
cinquanta cucine e cento balconi
pensai “ finalmente mi accontento”
non calcolando che a breve
fui allergico a tutto quel  cemento.
E di notte ho fatto le valige
in un paese vicino mi sono trasferito
unica struttura senza condominio
e nell’attico mi sono sistemato.
Ma anche di quel appartamento
presto mi son stancato
e in aperta campagna sono fuggito
una casetta in legno, un porticato
e un cane lupo a guardia del mio creato.
Inutile, non avevo pace
e sono sbarcato su un'isola felice
senza tetto e senza protezione
dormivo all'aperto
su un'amaca ai confini del sole.
Mangiavo fiori e bevevo pioggia
senza cronaca e informazione
niente internet e televisione
del tempo avevo perso cognizione.
Ma la sera mi sentivo solo
e decisi di salire su nel cielo
centomila nubi, un milione di stelle
zero sogni e angeliche visioni.
Fu così che decisi di tornar bambino
per giocare nel parco da mattina a sera
senza aspirazioni, senza case
senza recinti e senza più vetrate
senza vincoli e senza proprietà
senza pensare e giudicare
era questo che cercavo
l'interiore libertà.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-11-2020

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

nabrunindu
+1 # nabrunindu 03-04-2014 09:02
eh si! è proprio così, alla fine cerchiamo solo un briciolo di libertà. molto bella, complimenti demetrio.
littleangie
+1 # littleangie 03-04-2014 14:16
Un sacco di strada e mille esperienze bisogna fare per raggiungere la pace e la libertà interiore e purtroppo non sempre il nostro percorso ha esito positivo capita di passare tutta la vita in questa vana ricerca.
E' una grande fortuna aver raggiunto lo scopo anche se dopo molte peripezie :sigh:
catilo
+1 # catilo 03-04-2014 15:35
Le case non sono altro che la nostra dimensione interiore. Quando si entra in una nuova casa, anche se perfetta, si sente l'esigenza di fare dei lavori, anche non proprio impellenti per poterci vivere. Dobbiamo dare alla casa qualcosa di noi, dobbiamo personalizzarla , come tutti gli animali spruzzare i nostri ferormoni nell'ambiente dove viviamo. Purtroppo, per quanto meravigliosa e soddisfacente possa essere la casa dove viviamo, se non la sentiamo
calzare perfettamente alla nostra personalità, per quanti sforzi noi facciamo non saremo mai soddisfatti... forse in un'Isola Felice?... ;-)
Antonia Vono
+1 # Antonia Vono 03-04-2014 18:57
L'insoddisfazio ne perenne che appartiene all'uomo , una sorta di erba voglio che nessun giardino è in grado di far crescere ,se non il nostro giardino interiore ,la capacità unica dell'essere umano di fermarsi e accettarsi per quel che è..
Molto molto vera.
Brigida Liparoti
+1 # Brigida Liparoti 03-04-2014 20:32
Spesso non riusciamo proprio a capire ciò che vogliamo, senza sperimentare prima il toccare il fondo...
Densa di significati questa tua. Piacevole nella lettura.
Ciao Demetrio :-)
amilcare stunf
+1 # amilcare stunf 04-04-2014 21:19
"chi di voi è senza parola scagli la prima pietra" (citazione commento Demetriale a una mia...); perfettamente applicabile a questa tua.....Troppo Lunga e LEZIOSA, o esimio Demetrio :lol: :lol:
Demetrio Amaddeo*
# Demetrio Amaddeo* 04-04-2014 21:23
occhio per orecchio dente per carie :D
Tiziana Rosella
# Tiziana Rosella 05-04-2014 17:29
veramente stupenda.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.