Quando l’oscura ombra della notte
mi viene a trovare
e i piu cupi sogni mi porta a visitare,
lascio il mio corpo inerte
e dal suo freddo abbraccio mi lascio trasportare.

Notte anch’io divengo,
e mondi immaginari di sogni sognati,
da sognatori ignari,
riesco a sorvolare.

Un bacio, una carezza, una corsa improvvisa ...
quando
Grida e sospiri, dai corpi addormentati,
un sogno,
un altro e un altro ancora,
il mio volo notturno si appresta a terminare,
un brivido improvviso
e nel mio caldo guscio mi lascio scivolare.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 105 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Grace D
+1 # Grace D 05-06-2017 11:13
Una sbrigliata fantasia in questi versi scorrevoli e musicali. Un saluto, Grace
nabrunindu
+1 # nabrunindu 05-06-2017 18:09
bellissima
Sabyr
+1 # Sabyr 05-06-2017 21:19
Niotte anch'io divengo.... Bella.. :-)
Marinella Brandinali
# Marinella Brandinali 08-07-2017 05:15
Scusa Marina ma io non riesco a leggerla solo ideogrammi ciao

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.