Improvvisa,

appare ,come un epifania,

isola sperduta e incontaminata,

luce abbagliante

bianca pagina vuota,

la mia vita

nuova.

E sono qui carica di ricordi

zavorre pesanti,

polverose coltri,

da abbandonare

prima di approdare.

Limpide e inviolate sponde

attendono i miei passi,

impronte mai lasciate ,

parole,

mai pronunciate ,

forse spavalde ,o chissà

sfacciate,

ma questa vita nuova

mi scuote e nasce ,

per essere vissuta.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 106 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

fintipa2
+1 # fintipa2 03-06-2017 08:42
vita nuova, come una pagina bianca da riempire. Fascino del ricominciare da zero.
l'idea della rinascita ce la portiamo dentro ed in fondo si tratta di cosa fare di quelle zavorre
che si hanno addosso. luce del futuro incontaminato contro polverose coltri del passato.
una buona poesia, dico. ciao
nabrunindu
+1 # nabrunindu 03-06-2017 18:59
bella
Sognatrice
+1 # Sognatrice 04-06-2017 11:23
E' bello ripartire da zero..., sarà difficile, ma è una prospettiva di vita nuova dove tutto sarà diverso. Soprattutto l'"Io" che è la parte interessata a questo totale cambiamento dev'essere convinto... che la vita cambierà. Saluti.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.