Finissimo senso dell’udito,

ho sentito cose e

ne ho sentito molte

dell’inferno…

Nessuna luce

a turbare i pensieri

più segreti,

eran fitte le tenebre.

Fievole gemito è

il rumore d’un’anima.

Ombra, nera come

un filo di ragno.

Velo orribile è la pazzia…

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giò  

Questo autore ha pubblicato 269 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ambra PILTI
+2 # Ambra PILTI 08-12-2020 20:48
Non so se è pazzia, preferisco vederci un momento della vita dove dolore o impotenza nel risolvere conferisce al vivere il buio senza via d'uscita, e il continuo pensare senza respiro porta a sentire voci....chissà!
un abbraccio.
Giò
+1 # Giò 12-12-2020 19:36
Già, proprio cosi, mia cara.
Ciao...^:^
Aurelio Zucchi*
+2 # Aurelio Zucchi* 09-12-2020 15:29
L'inferno che ci avvolge non dà scampo alle sensibilità che vorrebbero perpetuarsi. Anche un'anima che cerca di avvicinarsi, forse per confortarci o proteggerci, non trova strada nel nero dominante. Che il frutto alla fine non sia proprio quel senso di precario equilibrio che somiglia un po' alla pazzia, intesa come status dell'abbandono e del caos.
Sempre brava anche se, questa volta, leggermente ermetica.
Ciao
Aurelio
Aurelio Zucchi*
+1 # Aurelio Zucchi* 09-12-2020 17:07
Dopo la parola caos andava messo un punto interrogativo. Chiedo scusa per la svista.
Giò
+1 # Giò 12-12-2020 19:36
Certo, Aurelio, la pazzia è anche quello.
Quando non è patologica è una forma di pazzia data da uno stato psicologico momentaneo. Debolezze, per dirla spicciola. Grazie per il tuo contributo...^. ^
Leonardo Ancona
+1 # Leonardo Ancona 09-12-2020 18:11
Chapeau
enio
+2 # enio 11-12-2020 18:19
non è detto che la pazzia non sia una sublimazione dell'intelligen za E.Allan Poe ne è un esempio. una poesia meritevole di encomio, molto ispirata, piaciuta tanto complimenti.
Silvana Montarello
+1 # Silvana Montarello 12-12-2020 17:52
La pazzia un filo sottilissimo e quasi invisibile, bravissima complimenti.
barbara tascone
+2 # barbara tascone 12-12-2020 18:23
Veramente toccanti questi versi nella loro tragicità...Bra vissima!!
Entropḗ
+1 # Entropḗ 19-03-2021 13:33
Immergersi nell’abisso e uscirne più consapevoli di prima.
Così vedo una pazzia non patologica nella tua poesia, che interpreto positivamente, come una presa di coscienza.
Un saluto :)
Giò
# Giò 19-03-2021 21:14
proprio cosi. Grazie! ciao..^.^

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.