Quel misterioso cercar
dalle mani nude
la mente impetuosa
a significar qualcosa
per qualcuno
che nessuno è
che nessuno saprà
Quello smaniare
domandarsi
il cosa del tempo
di quel tempo che nasconde
noi non sappiamo cosa
e non avremo tempo
di sapere
Quello spigoloso
ritornare leggendio
sulle righe impaurite
da confusione onesta
Quel bramoso
cielo che convince
con poca luce
a non aver paura del buio
di una conclusione
invertita in inizio
di un nuovo giorno
scandito di domande
di grigi colorato

di rinnovare la ricerca
di ciò che non è stato

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Valerio Foglia*   Sostenitore del Club Poetico dal 15-06-2014

Questo autore ha pubblicato 276 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Davide Bergamin
+1 # Davide Bergamin 24-12-2018 11:27
Bellissima! Quando la poesia e il poeta non dispensano nozioni ma chiedono con umiltà! La poesia dei grandi insegna domandando e ammetto che con questa tua mi hai colpito.
Valerio Foglia*
+1 # Valerio Foglia* 24-12-2018 12:20
Ciao Davide. Molto lusingato per le parole e felice della tua lettura. Un abbraccio. :-)
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 31-12-2018 18:06
Riflessione che colpisce, bravissimo poeta.
Valerio Foglia*
# Valerio Foglia* 01-01-2019 17:59
Ciao Silvana. Un sereno 2019. Grazie molte per la tua lettura che come sempre mi rincuora.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.