A teatro nulla cambia
se non l’immaginazione
le scene quelle si sovrappongono
si contrappongono
si accavallano
seguono il copione ,
mai lo stesso, mai gli stessi attori,
stesse poltrone, stesso sipario ,
ma mai , dico mai, la stessa percezione .

Non se ne accorge lo spettatore distratto ,
annoiato, vuol tanto credere che sia sempre uguale.

Ma è lui il vero attore !

Si coinvolge, si agita, si amalgama , partecipa , ride e pure si commuove.

Finita la commedia , si spengono le luci ,
cala il sipario
sull’ennesima finzione .

Ognuno lascerà li
il sorriso seduto
sulla sua poltrona .

Tornerà alle sue abitudini
con la consapevolezza che lo riprenderà
alla prossima rappresentazione..

Perché è a teatro
che ognuno recita di 
la sua verità o la sua illusione.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 810 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.