Non voglio riconoscermi ..in chi, e nemmeno ..in cosa

Voglio che, chi parli di noi sia semplice e non in posa

E che le parole che dice, siano del popolo e non ricamate su stoffa

Voglio che si capisca, cosa dice e cosa sposa

Non voglio riconoscermi…in chi, e nemmeno ..in cosa

Voglio che il bene comune non si faccia battendo cassa

E che il lavora sia un equilibrio perfetto , dove una piuma non sposta

E che la dignità dell’uomo non venga mai soppressa

Non voglio riconoscermi …in chi e nemmeno in cosa

Non voglio bandiere e striscioni di casa in casa

Ma voglio dei soldi in più per fare la spesa

E che le fabbriche facciano vita sociale e non solo impresa

Non voglio riconoscermi in chi e nemmeno in cosa

Voglio che lo studio sia un diritto, non una strada tortuosa

Che… chi non è capace di fare, abbia buon senso, e vada a casa

E chi vuole il bene di tutti, non risolva aggiungendo una tassa

Perché io…non mi riconosco in chi e nemmeno in cosa.

 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: tempo di poesia  

Questo autore ha pubblicato 193 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.