Dondola da un quarto di luna.

Lui le legge negli occhi e abbassa

lo sguardo… intanto sorride, è gentile.

Anche lei lo china, e arrossisce.

Gli sta chiedendo solo di averne cura.

Le stelle cadevano nell’aria di aprile

a piccoli passi per lasciarsi raccogliere.

E l’orizzonte aspettava con le favole

dietro l’angolo, era il tempo del liceo.

E si giocava con le nuvole.

Ogni tanto l’orizzonte capita si stanchi

di quegli sguardi incapaci di raggiungerlo.

E che ci siano occhi ai quali manca qualcuno.

In un angolo di marciapiede dondola

appesa al quarto di luna violaceo

sul braccio, sotto lo sguardo di nessuno.

A volte capita siano le nuvole a cadere,

e che una stella rinunci a rialzarsi.

E a volte la favola sta tutta in un girasole…

che alza la testa e cerca qualcuno di cui fidarsi.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 467 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.