Adorano te devotamente, oh Dio recondito.

Dietro la dottrina ti celi surrettizio,

e oltre misura terreno.

A te i cuori si abbandonano, contemplandoti.

Ma tirando avanti nella vita di tutti

i giorni, tutto vien meno.

La vista, il tatto, il gusto in te vengono disattesi.

Ma solo con l’udito si viene realmente

beffati in maniera imbarazzante.

Suppongo che ciò che disse il Figlio di Dio

nulla sia più delle parole

di un santone delirante.

Sulla croce venne inchiodata

non solo l’imperscrutabilità,

ma anche dell’umanità l’esecrazione:

eppure credendo e confessando

entrambe, chiedo

ciò che domandò il penitente ladrone.

Le piaghe, a diversità di Tommaso,

le vedo.

Tuttavia confessano te Dio.

Ti chiedono di farli credere sempre più

in te e in te di avere speranza, di amarti.

Come rapiti nell’oblio.

“Oh memoriale della morte del Signore,

pane vivo che dai vita all’uomo

che lo acconsente.

Concedi al mio spirito di vivere di te,

e di gustarti in questo modo

sempre dolcemente.

Oh redentore, che come il pellicano nutre

i piccoli con il proprio sangue tu purifichi

me, immondo, con il tuo abboccato.

Del quale una sola stilla

può risanare

il genere umano intero da ogni peccato”.

Oh Gesù, che trasparente come un velo

ora sento vuota come ogni dì la mia epa,

prego che fissandoti col volto rivelato,

avvenga ciò che tanto bramo:

di una mensa imbandita

a tal visione io sia beato.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 524 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.