Ossa consunte,
riposano in fredda dimora.
In aperta campagna
trovarono eterna sede.
Qui neanche una stella
per esse brilla;
né un essere umano 
vuole passare.
Feccia reietta dal mondo.
Ossa imperscrutabili
all'ennesimo linciaggio.
Violenza immane
osa scalfire
ciò che per tutti
è un cane.
Ossa entrate
nella pace di Cristo,
perché col cranio
mirante il cielo.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fedel Franco Quasimodo  

Questo autore ha pubblicato 225 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

poesie profonde
+1 # poesie profonde 16-06-2020 18:23
Ossa stanche che ritrovano la pace in Dio. Poesia molto sentita

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.