E l’amor

mi si annodò dentro

come antico veliero

fra le rotte del sole

e bevvi nel silenzio

questo incendio di parole

che calice d’anima

affrancò sul mio cuore.



Potessi apostrofare

il respiro dei tuoi occhi,

ferirmi del tuo sé,

esser sbaglio sulle labbra

e squarcio di stella sulla sabbia,

sarei per te

battito di nuvola

e nodo d’amore,

in questa notte stanca

che più nessun cielo vuole.

Profilo Autore: rosa dei venti  

Questo autore ha pubblicato 732 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
+2 # Silvana Montarello* 04-04-2017 15:25
Bellissima brava ciao.
rosa dei venti
+1 # rosa dei venti 04-04-2017 16:42
Grazie cara Silvana, un saluto a te ;-)
Caterina Morabito*
# Caterina Morabito* 05-04-2017 18:41
inconfondibile ...inimitabile .... ciao poetessa della fantasia :-)
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 09-04-2017 05:31
Poesia in ogni verso. Brava.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.