Ogni cosa al suo posto
lo so non è facile
e l’ordine porta alla pazzia.
Non riesco a immaginare
un cielo senza stelle
l’amore senza baci
e il mare senza onde.
Ma il posto mio dov’è?
In quale parte del mondo
in quale strato d’atmosfera
dov’è che si nasconde
la mia primavera?
In questo caos d’orizzonti
ho smarrito la disciplinata strada
che portava verso Dio
appagando  gli occhi e il cuore.
Adesso come un vegetale
nella disordinata luce
sento la mia voce roca
e il cielo, l’amore,  il mare
sono frastagliati in una buca
nel sogno di domani.

 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-11-2020

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

amilcare stunf
# amilcare stunf 23-11-2013 14:06
Dio non gioca a dadi, diceva ALBERT, forse con te l'ha fatto; ultimi 3 versi strepitosi. +5
elvio angeletti
# elvio angeletti 23-11-2013 18:09
a volte è piacevole
vivere nel caos... ogni tanto bisogna anche riordinare
il nostro pensiero... molto apprezzata...
nabrunindu
# nabrunindu 26-11-2013 18:58
molto, molto bella, complimenti!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.