Come serpe
tra le pieghe dell'anima
puntasti al cuore.

Io me ne accorsi,
mentre fuori tuoni,
squarciavano il nero della notte,
complici meschini dell’agguato.

Perì il male,
in quelle lunghe ore di buio.
S’avvelenò lentamente
con sublimi versi d'amore!

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: elisa  

Questo autore ha pubblicato 141 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Rocco Michele LETTINI
+1 # Rocco Michele LETTINI 15-11-2015 13:59
Sublimi versi d'amore? Pillole di gaudioso percorso! Encomiabili et sentiti versi. Serena giornata.
nabrunindu
+1 # nabrunindu 15-11-2015 17:59
bella!
Giò
+1 # Giò 15-11-2015 18:52
Molto sentita, intensa.
Piaciuta. Ciao Ely... ^-^
Caterina Morabito*
+1 # Caterina Morabito* 15-11-2015 22:27
Quella notte successe di tutto! Molto bella , ciao Eli

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.