Arde la Luna

nella notte silente

aspettando nenie

di anime estinte.

 

Tempi impassibili

prosperano dentro

la infinita tristezza,

come ladri di menzogne

a riesumar dalla fosca polvere

vetusti dolori.

 

Adagio il tempo indugia,

nel colmare l’esilio ricordo,

stretto tra sogni bramati

nell’ego sepolto.

 

E’ giunto il momento

di destare le certezze

per raggiungere

con avida pace 

la Luce dell’oblio.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Verdesca Cristian  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Rocco Michele LETTINI
+1 # Rocco Michele LETTINI 09-03-2016 13:42
UN RIFLESSIVO POETAR... ONORA PEL FASCINO... DELLE SUE STROFE.
IL MIO ELOGIO E LA MIA LIETA GIORNATA.
Pietro Luciano
+2 # Pietro Luciano 09-03-2016 14:03
Bella; mi sembra di scorgere temi cari al Leopardi, il tempo, talora fugace, talora immobile, soprattutto nel dolore, l'eternità della natura, la luna, e l'uomo, nato per soffrire, che cerca la salvezza.
simone corrieri
+2 # simone corrieri 09-03-2016 20:06
Un bel mix di immagini accompagnati da versi espressivi che rendono l'idea del tempo che fugge e il senso di incertezza dell'umano vivere.

Bella .

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.