Ho imparato a comprendere 
l'indifferenza che ti cammina accanto.
Non posso dirti quello che realmente è,
ma immagina di avere 
una lama piantata dentro al petto 
che ferma ogni battito del tuo respiro.


Combatto senza tregua finché saprò 
che tutto ciò che è sbagliato sarà giusto, 
come essere in volo 
più in alto dell'amore
ubriaco di follia.

E nella notte più scura 
si prostra la chiara Luna,
accecato di mille pensieri,
aspettando muto un tuo gesto.

La chiamo speranza 
ma a volte è un modo per 
dire apparenza, e adesso 
che non rispondi fai più 
rumore dell'oblio 
perdendoti tra le strade del mondo.

Aspetterò il sole del mattino,
così potrai sorgere fino a quando 
il mio cuore conoscerà il tuo nome.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Verdesca Cristian  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Giò
+1 # Giò 04-11-2016 16:52
Note un pò disperate, malinconiche. Ci si aspetta che qualcosa cambi, qualcuno si accorga di te o di quel che accade, dei sentimenti che vivono
nel cuore senza essere riconociuti... Bella poesia!.... Ciao.. ^.^

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.