Intreccio paragrafi di cielo

fra gherigli di vuote stagioni:

muto è l’accento dell’inverno,

afone le clessidre del tempo.


Rovisto orizzonti d’anima

fra scampoli di nebbia trebbiati

e fazzoletti di luce scuciti nei campi.


Inondati da stelle di cartapesta

son quei rami di profumata ginestra,

zafferano di luna calante

respira pozzanghere di nuvole bianche.


Rugiada d’immenso

dipinge d’aurora le piccole case,

l’orologio della notte sfiorisce,

minestra d’aria schiude il silenzio:

è matita d’ambra argentata dal vento.  

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: rosa dei venti  

Questo autore ha pubblicato 731 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.