Mi sto spezzando.

Nel dopo pasto m’aggiro per lavaggi e prati inesistenti

 

vorrei parlare la lingua dei motori per non discorrere di Dio

ma mi rendo conto che ci sono divieti per chi conosce il dopo

 

Fosse l’aldilà e vedessi Mefistofele sul semaforo

Invece ci sono passeri che imparano a borseggiare:

l’impedimento al lavoro, l’ abitudine alla noia

È nei loro cinguettii.

 

Ascolto te invece, come giri la lingua

Negli ingranaggi buoni

La mia è rimasta in un confronto lontano

Senza potere

 

Uno che piange i pini estirpati

deve avere un geco nella testa: inutile spiegargli

il senso della rotatoria su via Re David

 

Anche se assegni alla termodinamica l’inconsistenza del  prima

Rimane la stessa massa a proiettarsi nel buio

 

Qualcosa che c’entra con l’aumento di pillole nello stomaco

e la freccia verso l’ulcera finale (del traffico, ovvio)

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: fintipa2  

Questo autore ha pubblicato 110 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.