Lascerò questi luoghi opachi e incerti,
e cancellerò la mia malinconia,
là, tra infiniti spazi ancor deserti,
come una bella e gioiosa prateria.

Più non vi sarà l’eco di una voce
Che mi rammenti quel che devo fare:
ma l’eterno fruscio poco veloce,
di un gran fiume, che s’abbandona al mare.


 

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Paolo Coscione  

Questo autore ha pubblicato 61 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Franco
+3 # Franco 29-04-2012 09:11
Lascerò..... Simpatica. Fr.
Cristina Biga*
+3 # Cristina Biga* 29-04-2012 10:03
davvero molto bella sempre più bravo Paolo complimenti e buona domenica..... :-)
poesie profonde*
+2 # poesie profonde* 29-04-2012 10:44
Bellissima lirica molto dolce, complimenti davvero
Debora Casafina
+3 # Debora Casafina 29-04-2012 11:06
poesia immediata e dolce
Nadezhda/Speranza
+1 # Nadezhda/Speranza 29-04-2012 13:50
Molto bella Paolo , complimenti :-)
Paolo Coscione
# Paolo Coscione 29-04-2012 21:21
Grazie a tutti per le splendide parole che spesso mi dedicate... davvero.. mi sono fatto convincere a pubblicare una piccola raccolta di 80 mie rime... credo che non ne venderò mai una copia, però in compenso ne ho regalate 6 ai miei amici più stretti.. anche queste sono soddisfazioni.. . o no :) a presto! buonaserata a tutti!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.