Se ti chiamo senza tempo

a spicciar lacrime d’eco

raccogli il tuo io

dalle terrazze del petto,

riscrivi il mio inverno,

reinventa i miei respiri,

stanca il vuoto che ho dentro.

E sbrigherò alfabeti di mare

dimenticati sull’uscio della vita,

ed accosterò dolci silenzi

alle danze della luna

ed anche gomitoli di luna

scalderanno il nostro battito

svuotando la valigia dei miei ciao

su un prato di stupide risposte.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: rosa dei venti  

Questo autore ha pubblicato 730 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

poesie profonde*
+2 # poesie profonde* 30-05-2020 15:37
Risposte che sembrano non dire nulla, pensandoci bene, potrebbe, non essere così. Davvero intensa
rosa dei venti
+1 # rosa dei venti 31-05-2020 10:28
Grazie per la lettura poesie profonde, ti auguro una buona domenica :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.