Respiro aria
odorante di mare calmo;
mi rincuora sentire pace nella natura
tra il sole ormai alto
e il mezzogiorno ancora lontano.

Osservo l’agave orgogliosa
mostrare le foglie grasse,
piene
di spine e sale luminoso.

Osservo te amore mio
che sei con me
a confondere il canto del mare,
con la voce dei violini
ad incantare il giorno.

Sei con me,
tra un’orchestra d’onde
che, vibrano come corde d’arpa
in una Zorba antica.

Respiro aria…
aria fresca quasi pungente,
ma calda la musica
che m’avvolge.

Immagini di carezze
le tue…
saporite, di salsedine
e labbra umide a lambire le mie.

Aria nuova
che sale a ritrovare...
dopo il vento dall’urlo forte...
la vita.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: elvio angeletti  

Questo autore ha pubblicato 227 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.