Bosco incantato,
ricordo mai nato,
buche profonde,
cantine nascoste.
Aprì la finestra su
freschi sorrisi
spalanca la porta,
ricordi svaniti.
Dietro è inutile
la scala del tempo,
pastelli, colori,
squarciano il buio.
Mistero svelato
più in fondo nascosto,
voci destate
da spigoli scuri.
Fuggi lontano,
fuggi che sei in tempo,
Il nome sussurrato
straparla senza senso.
Sicuro è il sentiero
o subdolo e strano,
carezza sul viso,
strisciando lontano.
Nascosto il passato
In un bosco incantato,
spegne ogni suono
ma chiede perdono.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Michelina*   Sostenitrice del Club Poetico dal 10-03-2020

Questo autore ha pubblicato 191 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.