Ho percorso viali lividi.
Ho annullato me stessa.
Ho curato le ferite mie
buttandoci sù il sale che mi desti tu.

La fragilità è arrivata.
E volevi toccarla con mano.

Immobile in quella grande stanza invernale
dove intorno a me c'era il male.

Il male che non potevo sconfiggere,
avevo unicamente le forze di una ingenua colomba.

Fui ingannata.....

Giustizia non ebbi mai,
accuse false,
derisioni,
promesse mai adempiute
e futuro totalmente disintegrato.

Una grande quercia
come unico amico.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Maddalena Clori  

Questo autore ha pubblicato 79 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Michelina*
+1 # Michelina* 26-05-2020 11:42
Molta sofferenza, spero oramai lontana.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.