Iceberg,
è così che alcuni mi chiamano…
sì proprio iceberg,
perché mostro non a tutti,
non a chiunque
una minuscola parte di me.

Non capiscono, non si chiedono
il perché.
Non sanno, non immaginano
che sotto questa montagna di ghiaccio
vive il mio inferno
fatto di emozioni e pelle lacerata.

E a chi mi chiede come sono
rispondo ammiccando un sorriso
che sono liquida…
fatta di sangue e lacrime.

Non tutti comprendono
questo mio dire,
senza chiedere o avere spiegazioni
interdetti credono
che io sia un po’ fusa.

Ma in realtà
so che sono solo per pochi;
per coloro che conoscono
l’amaro sapore e il pungente odore
di lacrime versate da chi
ha dato tutta sé stessa
senza chiedere o volere
nulla in cambio.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Veronica Bruno*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 13-04-2021

Questo autore ha pubblicato 50 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

poesie profonde*
# poesie profonde* 04-05-2021 21:09
Molto sentita questa intensa poesia. Un caro saluto
Veronica Bruno*
# Veronica Bruno* 05-05-2021 09:44
Grazie mille per il tuo caro commento. Buona giornata :-)
Simone
# Simone 05-05-2021 06:29
Sai Veronica io trovo che non sempre si arriva per come noi ci vediamo
forse raramente accade ...
succede di continuo un incomprensione tra le parti spesso molto naturale ...
Però la fortuna degli iceberg é che hanno la fragilità di potersi sciogliere ... quando succede dilagano ...a dispetto di tutto.
Bella introspezione
un saluto cordiale
Veronica Bruno*
# Veronica Bruno* 05-05-2021 09:52
Ciao Simone, sono d'accordo che le incomprensioni possono capitare magari durante una conoscenza e penso che agli altri spesso arriva solo ciò che vogliamo nascondendo per autodifesa la natura fragile e dilagante (allo stesso tempo) che si ha. Grazie per il tuo approfondito e attento commento. Un caro saluto :-)
Manuele*
# Manuele* 05-05-2021 07:53
Apparire in modo diverso addirittura antitetico a quello che si è non è sempre in contraddizione all'essere, più spesso è una difesa, una gabbia di protezione da un lato ci limita dall'altra ci protegge. Mi è piaciuta moltissimo grazie
Veronica Bruno*
# Veronica Bruno* 05-05-2021 09:57
Ciao Manuele, infatti ci si protegge al meglio e ci si mostra a chi sicuramente non darà altre ferite da cicatrizzare. Grazie mille a te per l'attentaa lettura e il caro commento. :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.