Ricordi, l'inverno fu primavera, l'estate autunno,
ombrello di fiori a contornar testa,
diadema d'amore.
Passi ad impronte naturali,
sensualità in parole.
Ricordi?
Cristo; con noi nell'abitacolo dei valori.
Anima or svanisci,
ad apparir mucchio di macerie,
inchiostro a macchiar spirito e
sensazioni a svanir nel cielo...
Ricordi?
Sentimenti, gioie e dolori,
fuochi di paglia ad incendiar cuore.
Cenere ad annebbiar mente e
miscuglio di anime ad aggirar nell'abitacolo morale,
Dove sei anima vagabonda?
Odo sospirar la morte all'angolo della sorte...
Specchio dei valori or offuscato da veleni.
Ricordi anima?
O vuoi dimenticare?

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Adele Vincenti*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 13-01-2021

Questo autore ha pubblicato 85 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

nabrunindu
+1 # nabrunindu 23-11-2015 10:34
bellissima! :-)
Giò*
+1 # Giò* 23-11-2015 12:52
I dolori della vita che schiacciano l'anima!
Un'introspezione profonda, molto amara.
Apprezzata tanto. Ciao...
rosa dei venti
+1 # rosa dei venti 23-11-2015 21:55
Il potere dei ricordi! Bellissima, complimenti!
Adele Vincenti*
+1 # Adele Vincenti* 24-11-2015 05:25
Grazie a voi tutti di leggermi :roll:
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 27-11-2015 08:11
Introspezione molto sofferta.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.