Ottave di settenari in rima ABABABCC che sgorgarono, come notabile dalla data, in occasione di San Valentino, la festa degli innamorati.


L'infame calendario
anche quest'anno giunge
al giorno in cui il sudario
sopra il mio volto funge
da lugubre sipario
per non veder che punge
quest'essere da solo
mentre lacrime colo.

Intorno fiori e cuori
trïonfo di dolcezza
festeggiano gli amori
con tanta tenerezza
loro vita a colori
cullati dalla brezza
mentre per me tempesta
è tutto ciò che resta.

Dovrei restare a letto
calandomi un cucchiaio
d'amnestico amaretto
onde evitare il guaio
saltando il maledetto
quattordici febbraio;
ma incalza la giornata…
andiam, vita sfigata.

14/02/2024

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: ioffa  

Questo autore ha pubblicato 240 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.