T’ho già dato er mi core
pe avè ‘n po’ d’amore,
t’ho donato la mi vita
anche se nun è finita.
Tutto quanto m’hai pijato,
quanno mai m’hai ringraziato ?
Elargivo a piene mani
puro dollari americani,
t’ho donato casa mia
nun pensavo a ‘na pazzia !
Te sei presa er rococò
che tenevo sur comò,
io volevo consolatte
d’esperienze insoddisfatte.
Se nun era abbastanza
me sartavi sulla panza !
Ora sono qui pe strada
a soffrì a notte fonda,
a sognà che tu me ami,
a sentire che me brami.
‘Nvece vieni a me vicino
e me chiedi puro er cardellino
che avevo invero risparmiato
dar gran tracollo dell’ innamorato.
Nun me cercà, te prego, l’ucelletto
rimane solo ‘n piccolo diletto
de ‘na vita ormai distrutta
giunta oramai a la frutta.
Anzi, or che vedo meijo
l’ucelletto è ‘no sbaijo,
t’o dovevo dà prima, e me ne pento,
‘nvece de sta qui a pagà er conto !

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Bronson  

Questo autore ha pubblicato 295 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Hera
+1 # Hera 22-12-2017 09:36
Senza dubbio , sempre poeta eccellente, sapiente con ironia e bon gusto....Bellissima!
Tanti tanti auguri.HERA

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.