Soffiamo tra le nuvole senza di noi,
i pensieri ci uccidono un futuro
che scalzo s'adagia sul bianco.
Vaghiamo fra le parole senza noi,
come lenzuola di un letto disfatto,
dove mancano intrecci di mani
dove i cuori non hanno pace alcuna.
Senza noi, non c'è odore di corpi
che ansimavano nel possederci.
Divenivano brividi sotto la pelle
per il nostro affondare tra gli sguardi
e ora senza noi tutto è diverso.
Si spengono gli le luci e il buio
da luogo ad affanni disperati.
Si smorzano le voci e
ci invadono in tormenti
che fanno male all'anima.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

ho viaggiato il tempo e lo spazio
perdendo come un malato
i sogni l’amore
la musica del battito del cuore
le certezze e l’equilibrio sul filo dell’eterno 
la luce colorata del mattino
la via illuminata del cammino
la danza dei passi del destino
stordito dalla paura del silenzio
vedo solo un quadro astratto 
senza forma ne colore
dove sono, chi ero
seduto in cerchio con gli anziani
di una razza sconosciuta
parlano di giovani e delle loro stagioni
in braccio alle loro certezze
nel loro mondo dei giusti intelligenti 
hanno difeso con la ragione le sacre scritture
conquistate con anni di appartenenza 
voi che avete un lungo vissuto
aiutatemi a ritrovare me stesso 
e ciò che mi apparteneva
tracciatemi la strada per ritornare
mi guardano sorridendo
con grazia, muovono le labbra
il suono delle parole sapienti
accarezzano le mie orecchie
in una lingua a me sconosciuta 
la storia mi è comunque chiara
aspetto invano che il cammino mi sarà rivelato
non posso ascoltare quello che non sento
nel riflesso della luna
un sentiero di rose profumate
una donna, un sorriso luminoso
abbracciato alla pazienza
mi chiamava 
le labbra, due ciliegie mature 
la nebbia svanita in un momento
dimmi!! dove sono, perché mi sono perduto 
“hai guidato una tempesta, con i sogni”
“non vedo segni del mio passaggio”
“accendi la luce dell’anima 
tutto ti apparirà limpido e chiaro” 
senza prevedere cosa farà la mia paura
dismesso l’abito della fragilità
inghiottite le mie incertezze
sconfitto la morte della vita
le attese buie degli abbandoni
la speranza riprende a germogliare 
grazie di avermi cantato con dolcezza 
la nostra canzone
a viso aperto salito sul deltaplano
delle sue verità senza pretese 
darò finalmente libero sfogo al mio amore
planando come un gabbiano
incontro il calore del suo cuore
sfogliando il libro dei ricordi 
tutto mi appare in un momento
si ora sono sicuro sei li dove io sono partito
non voglio più viaggiare
smarrirmi nella confusione dell’ incerto
ora finalmente sono qui

discutendo con le mie considerazioni
trovo il senso al mio viaggio

 

 

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Alido Ramacciani  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Con te

Ritrovo il sorriso,

con te spero in qualcosa,

con te,

mando al diavolo

la tristezza  e questo mondo

reo,

con te,

ricomincio la giornata,

con te,

vado avanti,

mentre il mondo non capisce,

e non sa niente.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 234 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
I tuoi occhi brillano
come due Soli
la mia vista cede
e subito mi stupisco
di nuovi mondi dai prati azzurri.
Ne sento il profumo!

Supino guardo il soffitto,
che trema e poi crolla
e senza pietà vengo trafitto.

Ritorno al sogno rivelatore 
i fiori ora sbocciano d'inverno 
dalle nudi non cade alcun fólgore 
il nostro bacio sarà eterno.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: carmine.elia98  

Questo autore ha pubblicato 7 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non resto indifferente al dolore cocente
che ancora maledice quel ch'è stato,
inconscio... di quel che l'aspetterà.
Non mi lascio trasportare dal tempo
che cicatrizza le lapidi marmoree
che ho innalzato sostituendo pareti.
Non le temo quelle invisibili emozioni...
quelle che mi hanno ucciso i sensi,
quelle stesse che mi hanno insegnato
a vivere, ad amare e a morire.
Non ti parlo più con la voce del cuore e,
non ti guardo più con gli occhi dell'anima e,
non ti sento più attraverso gli odori falliti.
Non ti temo, io non ti temo più.
E ti affronto a viso aperto,
ti affronto coprendo le spalle al cuore
sfidando il tutto quello che t'appartiene.
Dimenticami se ce la fai,
scordami se ne sei capace,
accetta la sfida di questo pazzo amore.
Io l'ho già persa.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
I treni che ti cambiano la vita passano una volta sola,
o per lo meno cosi ti fanno credere...

Il mio è passato precoce e quasi travolgente, ma senza portarmi con sè,
perché impossibilitato date le mie condizioni di allora...
Da lì solamente sentimenti d'impotenza in sua assenza,
tanto da rinchiudere il mio cuore in isolamento
per il terrore di un rapimento o di un futile innamoramento...
La stazione divenne la mia casa di cura e di speranza
perché, com'è vero che il treno giusto passa una volta sola,
è anche vero che non esiste un solo treno nella vita...
Presi centinaia di treni, incrociando sguardi vuoti e occhi estranei,
misti a baci insensibili come le labbra di chi le donava per gioco...

Mi fermai poi per un cambio, in una stazione in cui decisi di sostare
quando non ebbi più il pieno controllo del mio cuore...
E in quel preciso istante venni quasi devastato come la prima volta,
ma anche folgorato, cecchinato e immobilizzato
da due occhi che da soli tenevano testa
alle migliaia di occhiate languide e prive di valore
subite fino a quel momento...

Ma anche stavolta le mie condizioni non erano adatte per salire su quel treno...
Avrei potuto e dovuto reprimere ancora tutto, soffrire,
ripetendomi che i treni passano ogni giorno e ad ogni ora
come fanno da anni, o che non c'è due senza tre...
Oppure ritenermi già fortunato del fatto che l'amore, quello vero, 
aveva deciso di darmi una seconda possibilità di possederlo davvero stavolta...

L'errare tradendo fu la mia scelta,
perché com'è vero che non c'è due senza tre,
è anche vero che non poteva esserci due senza TE!...
Ed io non potevo castrare metaforicamente il mio cuore per il resto dei suoi giorni...

E' vero quindi che il treno dell'amore passa una volta sola,
che puoi perderlo, o possono fartelo perdere...
Ma se combatti fino allo stremo ,
e non cedi a letti solo da disfare e non da riempire d'amore,
qualcosa di simile ripasserà almeno un'altra volta...deve ripassare!

Intrapresi così il viaggio della vita su quel treno chiamato amore,
che stavolta mi imposi di prendere e non di perdere come la prima volta...
Perché le cose speciali sono poche e rare,
ti sfiorano una sola volta nella vita, al massimo due o forse anche tre,
ma io non potevo cedere il posto ad un altro fallimento interiore...

Oggi del primo treno ne conservo, oltre che a un dolce ricordo,
una piccola parte che risiede nel mio nome d'arte...
Ma del secondo ne vivo ogni singolo istante di ogni mia giornata raggiante,
ogni alba e ogni tramonto che attraversiamo da quando ho deciso
che il macchinista di quel treno, del TRENO PER LA VITA,
sarei stato soltanto e per sempre IO!...


1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Claudio De Giuli  

Questo autore ha pubblicato 20 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
La notte ritorna non attesa
Silenziosa e religiosa
In questi tempi assurdi,
Sospesi nell'incerto tempo.

Vivere vorrei nei tuoi abbracci
Virtuali ed eterei mai più'
Ma intensi di reale voluttà'
E segno di gioioso piacere.

Cosi, dolce mio amore,
Donami quel che sai
Potrà sollevarmi dal tedio!

Che possa dimenticar il dolor
per un momento breve,
perdendomi nei tuoi baci.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: mary  

Questo autore ha pubblicato 12 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Spalle...
che sfumano nella nebbia.
Chine, illuse e deluse da un cuore.
Cuore...
che vorrebbe poter odiare ma,
è nato per dare manforte all'anima.
Anima...
maledetta anima che ha trovato la tua
ed ora si spezza in due.
Mani...
implorano quel tocco mancato
da quella lacrima non asciugata.
Occhi...
che bramano un viso che si spegne
in un ricordo che fa male.
Piedi...
che si allontanano veloci,
scappando da un amore malsano.
Pelle...
che subisce il rigetto di una assurda
e riprovevole lontananza.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
No, una Primavera così
non era prevista
a rincorrere il tuo odore
nella mia testa
la tua carne
nelle mie unghie
il tuo sapore
nelle mie pupille
il tuo orgasmo
nelle mie mani
le tue carezze
nelle masturbazioni.
Isolati come i cani
nelle gabbie dei canili
a leccarsi le ferite
i vuoti e le parole.
Se potessimo
almeno vederci
per pochi minuti
e consumarci
come clandestini
in cerca di una patria
o dell’amore
come i fiori
dentro ai muri
che bramano liberazione.
No, una Primavera così
non l’avevo prevista
mentre il sole ci chiama
l’aria ci brama
il cielo ci guarda
e non chiede.
E noi rinchiusi in un bocciolo
aspettiamo l’Estate.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo  

Questo autore ha pubblicato 265 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Ogni cosa che vedo nel mio tempo,

durante il giorno,

mentre cammino per la città

deserta  e arida,

con poca gente,

e un gatto che scappa,

ogni cosa mi sa di te,

ogni cosa mi ricorda te,

e ti penso,

più forte di prima,

questo è il bene che ti voglio,

ogni cosa mi ricorda te,

te.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 234 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Sfioro con lo sguardo
l’incanto dei tuoi occhi.
La tua infinità
mi appare di colori intensi,
rapito ne resto
dinanzi a note vibranti... EMOZIONI!

Sento…
al contatto di una mia carezza sul tuo volto
un’energia che mi penetra la mente.
Mi avvicino, lento il movimento,
respiro il tuo respiro RUBATO...
avverto il calore delle tue labbra
al dolce tocco delle mie…

Sento,
il tuo respiro respirarne il mio
tra sguardi inconfessabili
di due anime intensamente pervase…
L’audacia di lingue in attesa di saggiare
profondità inesplorate di bocche…
la TUA … la MIA.

Menti incandescenti…

Sento…
il silenzio nel caos di battiti
di cuori che scalfiscono il tempo
nella penombra dei nostri giorni.
Intesa, raccolta in parole
dettate dalle nostre anime
nella tempesta di vibrazioni incontrollabili.

Ti sento…

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Leonardo Ancona*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 01-06-2020

Questo autore ha pubblicato 39 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Ti darei

Se potessi ti darei la luna,

se potessi camminerei per te,

fino  a farmi male,

se potessi,

vedere il sorriso nel tuo volto,

e accendere la gioia nei tuoi occhi,

lo farei,

voglio solo che tu sia felice,

e ti aiuto come posso,

vorrei essere di più,

e avere tanto,

per regalare  a te,

quello che vuoi,

che desideri,

darei  a te tutto il mio amore
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 234 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Hai presente quella strana sensazione

che si impossessa dello stomaco?

Si, quel quasi insopportabile bruciore

che ti rende impossibile anche il respiro!

Quella maledetta sensazione che al sol guardarti,

la luce dei tuoi occhi è pronta

a scombussolarmi l’anima.

Quel prepotente desiderio che scorre

come lava nelle vene condannandomi.

Quel respirare il tuo respiro

che porta il mio a correre come un treno.

Quel non capire più dove inizia il tuo

e finisce il mio, perché seguono lo stesso battito.

Quell’attesa nel tempo che si rende dolorosa.

I sensi sempre più smarriti all’arrivo delle vibrazioni

della tua anima che mi pervade.

Quel sentirsi invasi dal calore,

in tocchi di dita che bruciano

insieme ad ogni mio battito.

Ogni tuo bacio ha per me

un sapore intensamente nuovo,

indissolubilmente

insaziabile…

Hai presente adesso?

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Leonardo Ancona*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 01-06-2020

Questo autore ha pubblicato 39 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Mi vedi?
Sono qui sono al tuo fianco,
Per molti sono una donna
Bella Fata Bionda 
Da guardare e perché no,
da corteggiare.
Per te la donna
è quella che guardi
con interesse
mentre nervosamente
schiaccia l'acceleratore
nell'auto affianco.
No...tu non mi vedi.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 105 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sognami... dove l'inconscio
fa danni alla mente.
Dove ombre e riflessi
perseguitano la memoria
debole e vaga.

Sognami... come un diamante
luccicante e limpido,
che nelle tenebre da bagliore,
illuminandoti la via... quella persa.

Sognami... come solo tu puoi sognare,
dove tutto è lecito senza permesso,
e puoi dar sfogo al tuo essere
invadente, esuberante...
sogna d'esser il mio amante.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.