Avvinghiata come edera
sui tronchi, 
basta poco per
strapparmi e
farmi male.. 

Lontano il tuo 
viso, il tuo corpo 
per questo isolamento.. 

Avvinghiata ad
un telefono per udire
almeno la tua voce... 
resisterò per forza, 
ma come edera 
trascinata soffro, 
aspetto tue briciole
d'amore....
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 154 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non scenderò a compromessi col cuore
e nemmeno con te che... imperterrito,
ancora ti ostini nel volermi possedere.
Baciami ancora se ti va, io non mi muovo.

Accarezzami ancora se vuoi, io non cedo.
Straziami se hai il coraggio, non reagisco.
Marmo impiombato, sono le mie membra.
Lastra d'acciaio son diventata col tempo.

Ma ti prego, non alzare i tuoi occhi,

è lì... che si frantuma ogni più solida barriera.
È lì... che il mio cuore d'istinto, sprofonda.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sfioro dolcemente i tuoi sensi,
insinuandomi nei tuoi pensieri
sotto al raggio di luna ruffiana.
Mi reggo ad una fresca parete
sorretta dal tuo fare spietato.
Mani... scavano senza tregua
nella mia pelle intrisa di sudore.
La mia bocca, il tuo ansimare.
Assaporo la tua virilità fino a...
esplodere in ogni mio senso,
possedendoci fino sfiancarci.
Ormai stremati dagli impulsi,
raccogliamo ciò che resta...
di questa notte impetuosa,
dove sono impazzite le stelle.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Hai mirato al cuore e l'hai colpito,
ancora infierisci sul suo dolore e
senza sosta continui a nuocerlo.
Afflitta, tengo ferma la tua mano,
affinché siano colpi ben precisi,
quelli che non lasciano scampo.
Uccidimi, mentre la mia carezza
ti tortura e allevia il tuo rancore,
attraverso le lacrime sgozzate.
Hai mirato all'amore che sento
che ti guarda e vede il tormento
di una passione che non muore.
Agonizzante io... muoio per te,
Soddisfatto tu... sorridi di me,
Stremati noi... nell'ultimo bacio.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Voglio godermi la mia fetta
di Cielo, stanotte!
Prima che arrivi la Paura
a guastarmi la festa...
La conosco bene
quella sensazione
di angoscia,
tanto da sussurrarle
delicatamente
di lasciarmi in pace,
poiché mi atrofizza
il Cuore!
E di nuovo al Cielo
mi rivolgo...
Proprio per te
vorrei vivere
ogni creatura
ogni bellezza
ogni attimo
Che stai per donarmi.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: mary  

Questo autore ha pubblicato 12 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non l’ho cercato io, è venuto!

Sembrava quasi fosse caduto,

era affaticato e molto stanco,

in jeans e con maglione bianco.

 
Stringeva tra le mani due valige,

a tracolla, aveva la sua chitarra,

dietro la porta poi, se l’è sfilata,

dal campanello, ecco la bussata.


Che sia stato un caso, non so come,

la sorte ha voluto che aprissi io,

sembrava che lui avesse perso il fiato,

che per me l’amore fosse arrivato.


Non una parola, solo uno sguardo,

eravamo entrambi imbambolati,

sembravamo come due allocchi

ma a parlare erano i nostri occhi.


I suoi brillavano come due stelle,

un’emozione forte e indescrivibile,

come fa il sole con i suoi i raggi,

del suo splendore sono gli assaggi.


A lui si aprì la porta del mio cuore,

lì si è rinchiuso, mai mi abbandona,

ringrazio Dio che me l’ha mandato,

noi dividiamo ancora anche il fiato.


Amore a prima vista si suol dire,

amore che è durato tutta la vita,

amore che è venuto dal Cenacolo,

non colpo di fulmine ma miracolo.


Questa storia io non l’ho inventata

tanto per scrivere solo una poesia,

è quello che è accaduto alla mia vita,

è la mia storia vera, storia infinita.


Chiamatela fortuna o come volete,

dategli il nome che più vi aggrada,

se vi sta bene, chiamatela “cuore”,

io la chiamo solamente “amore”.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Gima  

Questo autore ha pubblicato 5 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Spiegare
la gioia di viverti
donarti gioia e amore.
Come spiegare
le stelle nel cielo
l'onda che bacia la battigia.
Saper amare
ma anche perdonare.
Come spiegare
la luce del tramonto
che brilla di colori
assente di parole.
Delicate distanze nel tempo
superflui rumori
amano nel silenzio
sciolgono i sorrisi
arrestano le lacrime.
Come spiegare al vento
di vivere la vita
senza alcuna meta.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 790 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Dall'innata clausura a cui mi costrinsero 
nacquero quei pensieri 
che mai avrei creduto potessero proliferare 
nella mia mente.

La gioia đelle piccole luci 
che sfilavano alte sulle colline 
che comparivano puntuali 
allo scendere dell'oscurità,
erano compagne uniche e piacevoli 
di quel periodo che non avrei mai dimenticato.

La gioia di poter oltrepassare un giorno 
quelle mura che limitavano il mio crescere 
che offuscavano in me 
il ricordo della gente e dell'amore.

L'amore per la libertà 
per quella strada di cemento 
tante volte odiata,
l'amore per il rumore della vita 
che lentamente avevo dimenticato.

L'amore in cui avevo sempre creduto 
e che ora più che mai,
mutava nell'indispensabile amicizia,
nel supporto umano e reciproco 
che cancella qualsiasi pregiudizio 
frutto di una falsa morale.

L'amore che mette a nudo l'umanità 
che è latente in noi 
e che viene soffocata dalle grida immonde della città 
dalle metropoli consumate dal tempo 
che non conosceranno mai 
il piacere di vivere.

L'amore che permette di saggiare con sublime gusto 
l'odore del tramonto e dell'alba.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giuseppe Trucchia  

Questo autore ha pubblicato 21 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Cammino esule.
Da te lontana e mai disciolta
Nomade in viaggio
Andata via da casa
Girovagando in mondo aperto
e ricordando il porto.
Ti trovo, in angolo
buio e polveroso
in un anfratto.
In un cortile in cui due cani abbandonati
hanno lo sguardo
di quando in lacrime ci leccavamo
in sangue persi
dentro lenzuola
di margherite bianche e incanto.

Di notti insonni adesso è il viale dei cipressi.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Rosy Shoshanna Bonfiglio  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'alba ci sorprende
fra le lenzuola sgualcite
fra gli umori e gli odori
della notte d'amore.
Non conta più il tempo
ne il passato.
Non contano più le parole
adesso...
Parlano i corpi
parla il cuore
exstasi d'amore
di anime.
Ed è sublime
l'armonia delle note
dei corpi.
Fermare quest'attimo
in uno scatto
nel bisogno di te
nel bisogno
di sognare con te
di volare con te
in exstasi.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio all'aperto
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 790 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

E se  scrivo di te 

è perché non so scrivere di altri 

e se ti penso

in quel pensiero è racchiuso 

un dolce suono.

Mi assomigli 

e ti respiro nella stanza . 

E se ancora ti parlo

 è perché 

le labbra rompono il silenzio 

che sempre bacio 

immergendo

le parole . 

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 793 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Placo la rabbia
senza far rumore
ho bisogno di amarti.
Sei entrato in me
portando la luce
infrangendo il buio della notte
senza aver paura.
Non voglio più lasciarti
voglio stringerti a me
sentire il tuo respiro.
Tu sei il tutto ormai
non ti lascerò andar via
non lascerò spegnere il sole
che mi scalda l'anima.
Corro verso di te
non ti lascerò andare via
voglio sentire
le tue braccia intorno a me.
Non svanirà quest'alba
ho bisogno di te
ho bisogno di amarti.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 790 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

A 18 anni fui travolto dal sentimento

rimasi stordito da quel bizzarro strumento.

Era sempre stato li sin dal principio

e nel cuore prendeva forma di presidio.

Lo colsi ingenuamente

«non sarà di certo un inganno delle mente»

Lessi su molti libri

che avrebbe recato diversi squilibri

Ma non credetti a simili parole

le calpestai con le mie suole.

Decisi di buttarmi di petto

ma come un ingordo ad un banchetto.

Ero da anni rimasto a digiuno

pensavo che bastasse essere uno.

Si sa ilPrincipio è gioia quotidiana 

«ti amo» e già dorme un’altra giornata.




Come vi stavo raccontando 

nell’amore mi stavo battezzando,

vi entrai con tutti e due i piedi

senza pensar a dei rimedi.

La vidi fin da subito come una rosa

colorata, profumata e favolosa.

Il mio animo era più che affine

ma tralasciai le sue occulte spine.

Provavo sollievo nell’accarezzarle i petali

accompagnando tal gesto a versi poetici.

Le mie dita erano un soffio lene 

appagavano tutte le sue pene

Trovava in meconforto 

e io in lei il mio porto.

Ma presto il mare si agitò

e il cuore disse no!

Proprio noi che creammo tutto questo

uccidemmo il sentimento con un sol gesto

Mi coronai il capo con le sue spine

e il cuore meticolosamente di 

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Andrea Bova  

Questo autore ha pubblicato 1 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Amami.

In oscure e grigie materie che

il color che da alla mente 

rende la ragione piena.

Odiami.

Per quelle oscure e grigie forme che 

rendono me reo dell'anima mia.

Stringimi.

Per quell’oscuro e grigio fato che 

fa di me l’essenza,

che in te dev’essere racchiusa e salda.

Amami, ancora.

Per quell’oscuro e grigio indotto

che verbo non ha mai potuto

conoscere;

Ma ha potuto rappresentare 

l’Anima tua,

nel combattere

e vincere

l’oscuro e grigio mio 

Essere.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Mattia Pizzal  

Questo autore ha pubblicato 9 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sfioro con l'anima
la scia
della tua essenza.
Intreccio in essa
le dita
fino a toccare
ogni tuo pensiero
attraversando il tempo.
Sfuggo dalla quiete
per entrare
nelle tue tempeste
che invadenti...
carpiscono
ogni parte di me.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 281 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.