Non è granchè lo scricchiolio del braccio. 
Solleva-uomo, ma fa 
da violino in un buco di rumori.
Gli risponde un fruscio di aghi e più in là
persino un cardellino osa qualcosa.
I pini finalmente riprendono fiato.
Chissà dove saranno i parrocchetti
che amino gli scalpelli dei muratori?
E se l’erba riprendesse coraggio
l’ortica osasse e il cardo e la cicala.

Sapete?
Il martello pneumatico è in fila per il mare
e anche la gru solleva-palazzi
si porta la sua luna.

Così l’ostico Gerontion
riprende a germinare, come tigre
intendo, che la mente artiglia
nel vuoto di clamore divora 
il nostro tempo

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: fintipa2  

Questo autore ha pubblicato 109 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Giuseppe Messina
+2 # Giuseppe Messina 13-08-2018 11:12
"riprende a germinare, come tigre
intendo, che la mente artiglia"
ho riletto un paio di volte la tua poesia, ma questo è il punto su cui mi sono soffermato ogni volta, mi piace particolarmente l'accostamento della parola germinare con artiglia, proprio perchè per poter germinare e piantare qualcosa nella mente bisogna eliminare prima, come con un artiglio, ciò che di vecchio e inutile vi risiede, la crescita infatti parte sempre dal mettere in dubbio ogni nostra passata conoscenza.
Antilirico
+2 # Antilirico 13-08-2018 16:26
Mi mancavi, Maestro...
fintipa2
+2 # fintipa2 13-08-2018 19:59
grazie per le letture e le osservazioni.
p.s.
L’occasione per questa opera mi è stata data dalla cessazione del lavoro di una squadra di muratori impegnata a rifare la facciata di un palazzo proprio di fronte a casa mia. Per tutta la parte centrale di agosto-il mese arido per eccellenza- al posto degli scalpelli, dei martelli pneumatici e delle gru, si ascolteranno canti di uccellini e fruscii di aghi di pino. Agosto è anche questo -almeno finchè si è lontani dalle zone di addensamento vacanziero- per quanto riguarda lo sfondo, l’apparenza. C’è però un lavoro che non cessa mai ed è quello tra le mura domestiche- a cui la presenza di una piccola gru in esse e del relativo cigolio, allude-. È dunque la contiguità tra silenzio e suono, ma anche tra aridità e germogliare della vita che diventano centrali. Gerontion,-fors e il poema più ostico ed interessante di Eliot- infine, richiama esplicitamente l’attenzione sul tema dell’aridità che caratterizza il mondo in rovina-il suo ma anche il nostro- su cui si affaccia “Cristo la tigre” per divorarlo. Un tema ed un poeta a cui rimanda la mia piccola opera come riferimenti ineludibili per la comprensione della nostra epoca, altrimenti lasciato alla comprensione meramente scientifica. Almeno per me. ciao
Aita Carla
+1 # Aita Carla 13-08-2018 22:34
Tutto fuorchè ovvio neeeeeeeee. Hei ragazzo, come stai?
Henry Lee*
+2 # Henry Lee* 14-08-2018 08:23
Una pennellata criptica per manifestare la bellezza d'agosto che non è solo mare. Incisivo come sempre, i miei complimenti. HL.
fintipa2
+2 # fintipa2 18-08-2018 14:56
Carla, Henry Lee grazie a voi. ciao

Aggiungi commento

Commenta rispettando sempre l'autore.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.