Marzo è zenzero

 e mi scotta la lingua,

ma il retrogusto viene dolce

e m’accompagna per un altro morso,

le nuvole sembrano tranquille,

ma la prospettiva parla di catinelle.

Sotto le mura, oltre il fossato putrido,

  grilli talpa e giaggioli

su un possedimento ondulato,

nessun albero per 500 metri,

più facile far passare un cammello nella cruna,

settima figurina dell’album,

mantengo un ordine maniacale.

Marzo respira dalla bocca la logica

mentre sfoltisce le rose,

s’oppone alle note composite

aldilà della frontiera

tra fili acuminati e ciechi,

 vi ha messo i francesi,

ma ora non si scorgono,

 mischiati tra le nebbie d’altura,

bugiardi come giullari.

Marzo li ha spazzati

mentre si ritiravano a rotta di collo,

noi dietro roteando urla

 sulle loro madri profumate.

Ma le battaglie sono petali,

oggi proclami vittoria sull’ultimo,

domani sullo stesso sei latitante

morsicato dai segugi.

Marzo è fra terre

di cui vado fiero

e mi  corteggia

con quell’arietta a intingermi la nuca,

 niente in confronto

ai venti siderali

con cui attornia le torri.

 Marzo è pungente come cacio,

 robusto come un istrice,   

ibrido quanto basta

per distinguere gli attori

dalle battute consunte

o chi tra il pubblico scorreggia l’insolenza

con tatuaggi d’odio,

se ne fai una manciata

li getti alle galline petulanti nell’aia.

Marzo spazza il puzzo

rasentando i muri del mio percorso,

contesta le troppe parti che correggo

in queste ronde estenuanti

a consumarmi la vista sul particolare,

ingollando tutto ciò che può essere scaldato.

Successivo al filare dei cipressi

 vi è il parcheggio a lisca di pesce,

dopo 7 assedi

il destino mi divora,

 in quale mese riavrò  gli anni seducenti?

Dove i colpevoli restano colpevoli,

ma i lupi possono tramutarsi in cani.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: dario moletti  

Questo autore ha pubblicato 12 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 03-07-2020 09:04
Bellissimo ingresso nel Club, veramente una bella poesia, benvenuto.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.