Con voce impostata, beffarda,

i guardiani del tempo ti diranno

che non puoi, non devi più sognare.


Ti mostreranno gli eden eccitanti

e i folti boschi d’alberi finti

laddove bivaccare con spumante.


Ti condurranno su pianure laccate di smeraldo

per fare due passi in compagnia

di chi non sta mai solo con se stesso.


Ti lasceranno su mari calmi, anch'essi fittizi,

per invogliarti a mollare gli ormeggi

e navigare senza albe né tramonti.


Non ascoltarli, quei guardiani!

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 333 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.