Che la mia vita sia
un’esecuzione di musica classica:
il pubblico attenda
che entri l’orchestra,
il direttore
un gesto
il fremito!
Palpiti il cuore
il timpano anche.
I violini dilettino l’orecchio
coi loro mezzi celesti.
Squillino le trombe,
preparino l’assalto!
Seguano i flauti,
elevino l’animo
oltre la cupola celeste.
Il pubblico attenda,
torni in fine
il silenzio
ineffabile
da cui tutto fu
soffiato.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Gianmarco Sperti  

Questo autore ha pubblicato 12 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.