Non posso più restare
fermo ad aspettare
chissà chi, chissà cosa
venga a salvare me, la mia gente.

Devo liberami della zavorra
gettar via povertà e devastazione
tracciare nuove rotte
guidato da nuove stelle.

Devo indossare vele di speranza
salpare su vascello carico di coraggio
sospinto da vezzose onde che danzano
sulle note del mio canto libero.

Oh mare mio, ascolta, ti prego
questa melodica preghiera
d'un cuore diviso a metà
tra terra nostrana e terra straniera.

Oh mio Dio fa che essa sia riparo sicuro
di vita senza paura, senza occhi di cenere
oh mio Dio fa che sia il sole a baciarmi
non più fuoco e fiamme di guerriglie.

Preghiera invana, canto strozzato
onde vezzose ora son di lacrime
il mare mio, prima ponte tra guerra e pace,
ora da Caronte è navigato.

Mare di salvezza ora come fiume Acheronte
anime dannate siamo tutti per unica colpa
aver abbandonato una cruda realtà
in cerca di una utopica speranza di vita.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Veronica Bruno*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 13-04-2021

Questo autore ha pubblicato 199 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ardoval
# Ardoval 04-10-2021 11:54
Ciao, ti sono grato per l'argomento trattato.

Vedo scritta tanta speranza, tanta presenza di dolore e, nella realtà degli avvenimenti, tanta indifferenza umana.

buona giornata
Veronica Bruno*
# Veronica Bruno* 04-10-2021 23:16
Grazie a te per la tua lettura e il tuo commento.
Un caro saluto

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.