Onda dopo onda io guardo svanire
Ogni pensiero e ogni dedica
E ogni disegno pur inciso nella sabbia con cura
E mi arrendo a quel senso di potenza
A riprese espresso dall'acqua del mare
Un estremo tentativo di creare una barriera 
Allontana solo di poco la sua corrente...

Tra il sonno e la veglia
È un senso di dolce malinconia 
Che pari mostra la forza del tempo
Nel cancellare volti e ricordi dolcissimi 
E voci e sentimenti i più profondi 
Che nulla possono di fronte
Al tempo che inesorabile trascorre
Ultima barriera la mia memoria 
Poi anch'io sarò svanito nella stessa terribile potenza...
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Axel  

Questo autore ha pubblicato 14 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Lidia
+1 # Lidia 30-09-2023 22:22
Molto bella.
Axel
+1 # Axel 30-09-2023 22:46
Grazie Lidia, è stata veramente ideata tra sonno e veglia, forse il momento migliore per poetare!
Jean-Jacques
# Jean-Jacques 02-10-2023 12:27
Agghiacciante, ma bellissima.
Axel
# Axel 02-10-2023 13:35
Agghiacciante solo se resti egoisticamente attaccato alla tua identità. Prova di immaginare il 'sè', la tua memoria confluire nel mare, come immagine di memoria collettiva
Jean-Jacques
# Jean-Jacques 02-10-2023 16:25
Appunto! Agghiacciante come la morte, ma bellissima come l'infinito.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.