Per una volta ancora mi dispongo
a riempir di me la lunga notte
tra quattro mura ove è da guardare
il niente al posto delle belle tele.
Per una volta ancora riproduco
la chiave più adatta all'apertura
di strano scrigno dentro cui si cela
felicità rincorsa col sostegno
d’occhi miei stanchi eppure ostinati
in una persistente messa a fuoco
del far sorriso il nascere d’un sogno
ed esser pronto ad ogni suo responso.
Per una volta ancora mi difendo
nell'incessante e complicata guerra,
lo scudo in guardia a schivar bordate
di un nemico che ho già studiato.

Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 331 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.