Una volta
spegnevo i fari
e si accendeva la notte

mettevo il cuore
da un’altra parte
e giù a fare “l’amore”

Avrei voluto
restare forte
abbracciato per ore

A quel corpo
ma quel corpo
non era l’amore

tu non c’eri
eri distante
avevo un padre di nome
ed un amico importante

ma li ho persi nel vento
nel cambiamento del tempo
ed ho trovato
il mio cuore

con te spegnevo la notte
e si accendeva la vita
mettevo il cuore
nel tuo e al buio
facevamo l’amore

avrei voluto
restassi ancora un minuto
perché non avevo il passato
ma nel futuro ti ho avuto

ma tu hai acceso i fari
ed hai spento la notte
e mentre ti allontanavi
ho riscoperto la morte

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: tempo di poesia  

Questo autore ha pubblicato 193 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

rosa dei venti
+2 # rosa dei venti 04-05-2016 18:43
Bellissima ed emozionante, piaciuta! Complimenti! :-)
Giò
+1 # Giò 06-05-2016 20:01
Ciao Tempo....
Bella poesia la tua, molto triste, però, intensa...
Prova ad accendere una piccola luce, forse ritrovi la strada.
Un abbraccio... ^.^

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.