Il patto siglato col diavolo

fu suggellato da una stretta di mano

e da un’ustione di terzo grado.

Fu la tentazione forse a prevalere

il denaro, il successo, il potere

l’effimero e il vacuo furono lo snodo.

Cambiò la sua vita in un baleno

c’erano i potenti a sedere al suo tavolo.



L’amore era sesso e il sesso ossessione

l’aquilone era bucato e la giostra rotta

i saggi della montagna erano alla frutta

chi ragionava era rinchiuso in una grotta

o girava nudo in una botte e senza scorta.

La donna col lupo si era nascosta, la porta

era socchiusa, con uno scatto era entrata

poi dalla borsa aveva tirato fuori un bastone.



Non finì bene, con un funerale da organizzare

e fu il suo. Il diavolo lo aspettò alla porta

dell’inferno con quattro facce di feccia

e due kamikaze arrivati in luogo di recente.

Fu l’aria condizionata che gli venne in mente

non si poteva pagando avere una singola con doccia?

I patti erano scaduti, le tigri erano di carta

e le carte truccate. Non c’era più nulla da fare.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: mybackpages  

Questo autore ha pubblicato 326 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.