Ti chiedo scusa
Scusa se ti ho tenuta tra le braccia
ma era per proteggerti.
Scusa se  ti ho toccato il cuore con gli artigli
se ti ho baciato alla luce del sole sotto i tigli
se ti ho stretto forte  per non perderti
se ti ho toccato l’anima fino a confonderti.
Scusa se insieme siamo saliti lassù nel cielo
a raccogliere le rose alle porte del Paradiso.
Scusa se ti ho amato
se ti amo e continuerò a farlo all’infinito.
Io però  non scuserò te per questo martirio
per la tempesta d’oro e d’argento che hai scatenato
che mi ha travolto 
fino a portarmi alle porte dell’inferno
e nel precipizio dell’indegno
ti ho supplicata a rimanere.
Da domani  in ogni sogno, ogni pensiero, ogni respiro
ci sarai tu a volarmi intorno
come una farfalla offuscherai il mio giorno.
 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-11-2020

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

nabrunindu
# nabrunindu 20-07-2013 01:44
bella demetrio, tante stelle
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 21-07-2013 16:08
Parole bellissime bravo mi piace tanto. :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.