Francafonte ninfa della perdizione,
fiore del peccato
concesso ai viaggiatori dei sentieri.
Illumina il corpo dei desideri.
Cheta le acque tempestose dei pensieri,
fra uomini persi.
Un solo fiore come pedaggio
non sarà del grande vate oltraggio.
Francafonte nel lupanaro
unico dono
da cercare in un tempo così raro.
Informerò il nostro imperatore,
del tuo puro furore.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giancarlo Gravili  

Questo autore ha pubblicato 142 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.