Contorni netti a districare ombre

nell'aria tersa del caparbio inverno,

pensavo fosse quasi impossibile

sentire un respiro della notte.

 .

Eludono ansie, i tocchi di luce.

Tramutano i nastri in ali del tempo

e prendono a bordo un sognatore

accarezzando l’alveo d’un fiume.

 .

Pian piano vedo il nero schiarire

su bizze d’acqua e scogli dormienti

e verso la foce tra pioppi e canneti

il volo prosegue in odore di sale.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 302 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Henry Lee*
+1 # Henry Lee* 15-01-2020 08:24
Un'immagine di una delicatezza unica, un poeta che tramuta in emozioni ciò che sente è il massimo e tu ci riesci sempre. Un abbraccio. HL.
Aurelio Zucchi*
+1 # Aurelio Zucchi* 15-01-2020 11:53
Sempre generoso! Grazie amico mio!
Ciao
Aurelio

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.