Quando la notte vomita su di me
i resti del giorno
esco dal corpo in cerca d'altri
Spesso mangio quel che capita
altre volte mi fermo
a scoprire il gusto
di cani randagi,
come me.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Giancarlo Gravili  

Questo autore ha pubblicato 142 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

marco cinque
+1 # marco cinque 29-03-2020 14:36
La cosa che cambierei è la ripetizione del "me" che chiude il primo e l'ultimo verso, magari manterrei quello dell'ultimo. Per il resto mi è piaciuta, grazie.
Simone
+1 # Simone 30-03-2020 17:11
Di un fiato letta ...sospinto da sensazioni provate ...un saluto Giancarlo ...
Giancarlo Gravili
+1 # Giancarlo Gravili 30-03-2020 19:15
Ciao e grazie dei gentili commenti.
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 04-04-2020 13:31
Sensazioni che fanno rabbrividire molto profonda, spesso quando la giornata volge al termine diventiamo nervosi e si magari anche cani...stupenda bellissima mille complimenti per te poeta.
Giancarlo Gravili
# Giancarlo Gravili 06-04-2020 16:11
Grazie Silvana!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.