Io vivo di giorno
la notte mi opprime
e quando viene  sera
spengo  gli occhi
e chiudo le persiane
lascio fuori  l’altro mio io
a urlare come un cane
affamato d’amore.
Io vivo di giorno
alla luce del sole
lo so, sono poeta inusuale
la luce è la mia ispirazione
il buio invece mi uccide
e il sogno mi apre le viscere
scheggiando il mio cuore;
mi porta al ricordo del padre
sudore e bestemmie
alle carezze di una madre
tra le labbra il mio nome;
mi porta a sperare
cancellando i tramonti.
Io voglio essere figlio
di un’alba scomposta
perdermi  nella luce apparente
nei fulmini e nel chiarore
di questo lungo  aspettare.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-11-2020

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

catilo
+1 # catilo 28-12-2014 17:34
Ciao, Demetrio! Bella la tua poesia! Splendida! Come Monet sei costantemente affascinato dalla Luce! La studi attraversando le ombre del tuo animo... ne esci comunque "luminoso"!
nabrunindu
+1 # nabrunindu 28-12-2014 23:21
bravo, in effetti l'umanità cerca sempre la luce, ha paura del buio.compliment i!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.