Oltre i vetri della mia finestra

il cielo sta esagerando un po’

e, quante volte gliel’ho detto,

non deve lui proporsi comprimario.

 

Appena finirà di piovere

farò entrare l’aria in questa stanza

e spegnerò la lampada in salotto

sul quale ho sonnecchiato sveglio.

 

Da parte lascerò la solitudine,

sopra il lavello la caffettiera vuota

e, fischiettando mezzo pomeriggio,

un libro, aperto al primo capoverso.

 

Dopo, scenderò nella mia strada

ad inchiodare nuovi riverberi di sole

e alzando gli occhi io lo saluterò.

Appena finirà di piovere…

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 313 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 29-09-2018 15:35
Quella pioggia insistente finirà prima o poi...emozionan te questa grazie un caro saluto.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.