Chissà, forse migravano insieme,

destinazione le terre del sole,

ali sicure a tal punto vicine

da far pensare si facessero male.

 

Ed erano semplici, diversi quei due,

l’uno antracite e bianco quell’altro

in un sincronismo da replicare

anche quaggiù tra vizi ed orrori.

 

Provai stupore misto ad invidia.

Scomparsi del tutto alla mia vista,

mi domandai ove fosse finito

d’amore il senso, e di libertà.

 

 

 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 447 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Manuele*
+1 # Manuele* 19-01-2021 18:07
Bella la descrizione delle due ali così apparentemente diverse ma unite in sincrono tra loro... Svelata la chiave all'ultimo verso, viene da rileggerla più volte... complimenti!
Giò
+1 # Giò 21-01-2021 18:54
Si è perso un pò tutto, oggi.
Molti principi, molti valori, ideali e, sicuramente, vien da pensare che anche quel forte senso di amore e libertà
sia morto nelle fauci di una società che bada a ben altro.
Complimenti, dici con garbo ciò che è cruda verità.
Ciao...^.^

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.