Candida, calda la notte si sfalda
Sfrigola la dolce lucciola di stella
Di candele l'aria del cielo si pastella
Il vento cala
Il campo di grano s'incornicia
Loda riverente la cicala
Nulla nel cosmo è più mosso
La Terra grida:
"La Luna brucia!"
"È lava, ci cola addosso!"
Poiché l'occhio del cielo
È diventato rosso

Luna amata, vergine satellite
Chi ti ha cucito quest'abito di fiamma?
Quale sarto ti ha fatto abbellite
Le gote pallide, gioia del mio cuore?
Tendimi la mano, scendi, mia bella
Corri sui colli, saltella con me
Brucia la Terra, amore
Brucia il mio corpo
Come in mille apocalissi
Prendimi, possiedimi, Luna
Adagiami nel tuo sangue
Per mille pleniluni, per mille eclissi

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ealain  

Questo autore ha pubblicato 41 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.