Piccoli angeli
figli delle stagioni
foglie accartocciate dell'autunno
fiocchi di neve dell'inverno
rondini di primavera senza grondaie.

Fuggono giochi e parole sulle rotaie
zoccoli di legno sui sentieri
passi su lande sterili e maleodoranti .

Placchette di latta e occhi al cielo
stringono a David una preghiera
appuntata all'altezza del cuore
più non batte amore .

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 816 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Vincenzo Patierno
+1 # Vincenzo Patierno 27-01-2020 13:49
stupendamente congegnata; un saluto
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 19-02-2020 18:28
Angeli volati in cielo troppo presto, un caro saluto.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.