Gridi
Gridi ai Palazzi
a coloro che siedono
in comode poltrone
non comprendono
sono impegnati
nel manovrare
le leve del comando.

Gridi
Gridi ai Palazzi
uomo senza dignità
non ti comprende nessuno
non sei ascoltato
abbandonato
come uno straccio vecchio
bruciato dal sole
che attende di dissolversi
nel tempo
senza battito d'amore.

Gridi
Gridi ai Palazzi
vuoti
come spettri
insignificanti
vi aggirate
nel mondo della morte.



 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Franco  

Questo autore ha pubblicato 43 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Debora Casafina
+1 # Debora Casafina 27-05-2012 20:48
denuncia interessante e moderna..rabbia ed esasperazione comune a molti
Cristina Biga*
# Cristina Biga* 28-05-2012 08:07
Viviamo un momento difficile dove la rabbia prende il cuore di tutti, hai messo in versi l'amarezza e la denuncia
verso coloro che non sanno ascoltare la voce del popolo ed i bisogni dell' Italia .... condivisa e apprezzata ....
Charlie
# Charlie 28-05-2012 09:47
L'uso che fai delle parole è così appropriato che il messaggio non suona come protesta, ma come monito.
dissolversi nel tempo senza battito d'amore.
quale fine potrebbe essere peggiore?
bella Franco, molto bella. +5
Paola Pittalis
# Paola Pittalis 28-05-2012 10:31
molto veritiera...
rossella loconte
# rossella loconte 28-05-2012 18:25
denuncia..in poesia.. :-)
Nadezhda/Speranza
# Nadezhda/Speranza 28-05-2012 18:51
Riesco a vederti nella rabbia mentre ti guardi intorno e vedi il nulla laddove gli altri ammirano le cose. Credo che il tuo grido arriverà a pochi...solo a quelli che vedono ciò che vedi e senti tu... bella!+5
Enzo Agostini*
# Enzo Agostini* 28-05-2012 19:32
un grido di giustizia, ma sarai poco ascoltato è la vita di noi esseri umani.
Bella
Francesco Losito
# Francesco Losito 28-05-2012 20:30
+4, apprezzo l'attualità
Francesco Losito
# Francesco Losito 28-05-2012 20:35
A "gridi" avrei preferito "grida" che è il plurale di grido quando emesso da più persone umane. "gridi" è utilizzato prevalentemente al plurale quando i gridi sono emessi da animali oppure sono più di uno relativamente, però, ad una sola persona umana.
poesie profonde*
# poesie profonde* 28-05-2012 21:19
Dobbiamo anche se non ci ascoltano..... comunque tirare fuori la rabbia che abbiamo dentro, perchè altrimenti rischiamo di non riuscire più ad andare avanti.... Molto intensa e sincera complimenti davvero
Franco
# Franco 29-05-2012 09:42
Grazie a tutti.... Fr.
Kenji
# Kenji 29-05-2012 12:25
Mi permetto di dire che ci troviamo, grazie ad interneteì, nell'"era dello smascheramento" (coniato da me). Era in cui sappiamo che i poteri, che consideravamo "potenti", sono palesemente soggetti ad altri poteri, prima di quest'epoca celati. Credo a chi impersonifichi questi, si riferisca il verso del "manovrare le leve del mondo". Franco non denuncia il sistema, sarebbe troppo scontato, denuncia la denuncia, o meglio, denuncia i bersagli fasulli della denuncia, vuoti, spettrali, assenti. È da questo vuoto che emerge una poesia "infestata" dall'ansia illusa di cambiamento e spenta dall'impossibil ità di un contatto "col mondo della morte".
Franco
# Franco 31-05-2012 09:20
Sono rimasto combattuto se continuare su questo tema.... Grazie. Fr.
alessandro t.
# alessandro t. 04-06-2012 19:19
mi è piaciuto..sopra tutto la ripetizione del primo verso,da proprio l'idea di un uomo solo con il suo megafono che ripete uno slogan al vento.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.