Forse,
tra queste pergole infiammate,
sfila un particolare,
un grappolo afrodisiaco,
tra gli steli morbidi
di quella ragnatela...

Parmi dorata,
adagiata
su quegli orecchini
da regina,
che il volto non giran
a chi principe non è...

Col fare mio
da cocchiere senza cavallo,
mi presento a suo palazzo,
all'aperto,
dinnanzi
al banale municipio...

E l'erba tagliata
dai miei occhi
cresce,
si revitalizza,
con le sfumature del lago,
come mi smarrisco
tra i riflessi
di quell'arcobaleno...

Le lingue affiatate
son come cacao fuso,
le dita
si sfiorano
delicate 
e arroganti,
volgendosi al sopruso...

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Diego Crozzolin  

Questo autore ha pubblicato 72 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Rita Stanzione*
+1 # Rita Stanzione* 08-09-2012 10:46
Particolare dedica dall'anima fiabesca, bravo.
Alberto Automa*
+1 # Alberto Automa* 08-09-2012 15:46
...bella e particolare la scena in cui prende vita la poesia... cavalleresca... Un saluto
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 08-09-2012 15:49
grazie ad entrambi :)
Paola Pittalis
+2 # Paola Pittalis 08-09-2012 17:24
bravissimo, piaciuta molto :-) +5
Nadezhda/Speranza
+1 # Nadezhda/Speranza 08-09-2012 17:51
Molto bella, bravo :)
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 09-09-2012 04:11
grazie davvero :) mi lusingate sempre coi vostri commenti: mi lasciate senza parole :D
scoria
+1 # scoria 09-09-2012 09:19
Sei molto bravo a scrivere Diego, indubbiamente.
A mio parere raggiungerai la maturità totale quando acquisirai e svilupperai un tuo stile totalmente personale, che ora non vedo. Me lo suggerisce quel "Parmi", espressione che non può appartenere alla tua giovane età e penso alle età di nessuno al giorno d'oggi :lol: .
La poesia generalmente è comunque bella, specie per l'atmosfera bucolica che crea, (anche se preferisco il metropolitan style:-) anche se ci sono alcune immagini che "stonano" e che non sono totalmente riuscite, vedi "le dita affiatate come cacao fuso".
Con stima
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 09-09-2012 13:44
no hai letto male "le lingue sono affiatate come cacao fuso", perché il cacao quando si fonde crea quell'aroma e quel piacere che è simile alle lingue che si intrecciano nell'atto del bacio...:) comunque grazie mille scoria per il commento positivo che mi hai lasciato :) apprezzo davvero, tutto comprese le critiche: so che ancora devo crescere e il percorso verso la totale individualità poetica è tutt'altro che semplice, per tutti :)
scoria
# scoria 09-09-2012 14:04
Diego, già avevo letto bene.....poi scrivendo mi sono impappinato e ho scritto "dita"!! Io mi chiedevo cosa volesse dire quell'immagine delle lingue.....ora l'hai spiegato....ma l'immagine usata per me non rende molto lo stesso:-)
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 10-09-2012 00:49
okok Dario...ci sta questo :) ogni poeta esprime immagini tramite la sua individualità, che non sempre coincide con quella degli altri ;)
scoria
# scoria 10-09-2012 01:18
certo Diego, magari poi per te e per altri è un'immagine riuscitissima, io parlo per me e rispondo solo di me :-) !!
Suky Kaur
+1 # Suky Kaur 18-09-2012 23:38
Molto piaciuta l'ambientazione !!!!!
"e l'erba tagliata dai miei occhi cresce, si revitalizza con le sfumature del lago" penso siano parole molto efficaci in quanto intense di significato, pensando ai colori che riflette il lago, l'azzurro del cielo ed il verde dell'erba, tutti insieme sfumati nell'arcobaleno in lontananza... chissà!!! magari c'è del giallo/arancio del sole che tenta di completare quelle sfumature essendo riflesso anch'esso dal lago :-D Hahaha! Scusami Diego, come sai mi piace disegnare e stavo cercando di dare una fotografia al bellissimo paesaggio scritto in tanta armonia di poesia. Complimenti.
Diego Crozzolin
# Diego Crozzolin 25-09-2012 13:18
ahahah...non ti preoccupare, assolutamente! Mi fanno piacere questi incontri artistici Suky, apprezzo che tu dalla mia poesia possa prendere spunto per sfogare lo stesso tema con un'altra forma d'arte :D però voglio darti una chiarificazione sull'utilizzo della parola lago: voleva essere una metafora, sta ad indicare l'azzurro degli occhi della ragazza, paragonabile appunto al colore incantevole del lago :) grazie mille per i complimenti, dimostri sempre la massima stima per i miei testi e ciò mi galvanizza :)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.